Ipnosi

IPNOSI

Quando le persone sentono parlare di ipnosi, si spaventano. Nell’immaginario collettivo è una pratica che fa paura, legata alla mancanza di coscienza dove ti viene richiesto di fare cose che se fossi nel pieno della tua capacità razionale non faresti mai. Siamo legati alle immagini di Giucas Casella, che con il suo “Quando te lo dico io” intrecciava o scioglieva mani a suo piacimento. Si pensa a questa pratica come ad una sorta di magia, accostata a riti sciamanici e vista con diffidenza. Ma quando parliamo di ipnosi derivante dal grande maestro Milton Erikson, padre dell’ipnosi moderna, si parla di tutt’altra cosa.  Milton Erikson Afferma che “L’ipnosi non esiste, tutto è ipnosi”.  Infatti l'Ipnosi è un fenomeno naturale con cui ci confrontiamo tutti i giorni. Basta pensare a quando siamo in auto, guidiamo nel traffico e nel frattempo facciamo tante altre cose come ascoltare  la radio, parlare con chi ci sta accanto, rispondere al telefono, ecc. ecc. e ancora riusciamo a pensare ad una cosa che ci è capitata nella giornata. In questi casi la guida avviene quasi automaticamente, e ci ritroviamo giunti a destinazione senza ricordare la strada percorsa. Capita a volte di leggere un libro, scorrere le pagine e non ricordarci più cosa abbiamo letto, al punto che bisogna rileggerlo. In queste circostanze, ed in altre centinaia che vivi tutti i giorni, sperimenti lo stato di trance, ovvero stati di coscienza alternativa. Ogni volta che siamo assorti, incantati su qualcosa che catalizza la nostra attenzione viviamo questa condizione di trance, ma pure quando ciò che stiamo facendo è talmente automatico che non abbiamo bisogno di pensarci e la mente può vagare altrove. Quando perdiamo la concezione del tempo, quando la nostra attenzione è concentrata tanto da ignorare cosa ci succede intorno, siamo di fatto ipnotizzati. Quando ci si ritrova  in quello stato di coscienza alternativa, la cosiddetta trance, si raggiunge la possibilità di connettersi con la parte più profonda dell'essere, per recuperare le migliori risorse. Ecco perché sono così utili le visualizzazioni, soprattutto dopo che si sono utilizzati metodi per abbassare lo stato di coscienza, che può avvenire rilassandosi, scegliendo la respirazione adeguata, la giusta musica di sottofondo, la giusta posizione, il giusto ambiente. È proprio durante la trance che la nostra razionalità viene messa a tacere e possono accadere cose miracolose, tipo dialogare con il nostro inconscio ed andare a suggerire cosa sarebbe meglio per noi. Perché proprio in quello stato di coscienza alternativa il nostro inconscio è molto recettivo e bendisposto a fare sue tutte quelle indicazioni che andremo a proporgli sotto forma di immagini, il linguaggio della nostra mente. Le neuroscienze insegnano che il nostro cervello, utilizza ogni 50 minuti circa, un meccanismo che ci manda in uno stato di coscienza alterata, proprio per recuperare energie e concentrazione. Quindi la ipnosi fa parte di noi, fa parte della nostra vita, fa parte della nostra quotidianità.

Più nel dettaglio si può affermare che la induzione ipnotica,  è una forma di terapia emozionale che al pari della terapia analitica junghiana lavora sulle immagini e sui simboli  presenti nell'inconscio.  La Trance indotta, in particolare, si riferisce a quel particolare stato di coscienza che permette durante una fase di profondo rilassamento o di sonno vigile, il contatto con immagini, e sensazioni che si trovano rimosse e/o censurate nel nostro inconscio per cause, di solito, traumatiche, o anche a contenuti profondi risiedenti nell'inconscio e non disponibili al quotidiano contatto mentale.  Tali percezioni in profondo rilassamento, determinano anche la visualizzazione  dei nuclei archetipici dei soggetti, presenti da sempre nell'inconscio, che via via si esprimono lungo l'asse temporale della esistenza. Le circostanze della stessa esperienza, a volte consentono di ipotizzare la nascita di queste immagini da situazioni realmente vissute in forma simbolica.  Lo stato di trance che si provoca nel soggetto attraverso il rilassamento provoca in prima istanza lo sganciamento degli emisferi cerebrali e la commutazione del cervello in emissione di onde theta che inducono la comparsa di quelle immagini capaci di far comprendere al soggetto quale possa essere stato il compito interrotto o mal condotto attraverso l'uso del libero arbitrio. Per mezzo della induzione ipnotica, dunque, ci troviamo di fronte al lato più puro con l’inconscio, laddove le censure diminuite dalla trance, permettono di fare affiorare le visioni interiori al fine di comprendere il telòs della propria esistenza .
Non è possibile pensare di fare un percorso ipnotico senza alcune cautele: l'ipnosi nelle diverse tecniche  permette di approfondire maggiormente l’espressione dell’inconscio e quindi di avvicinarsi ad una porta che va aperta solo se vi è reale necessità.  Non tutti possono accedere ai protocolli ipnotici: soggetti affetti da psicosi, sindromi borderline, gravi depressioni, donne in stato di gravidanza e minorenni non possono essere ipnotizzati per cautela e salvaguardia del loro stato.
L'ipnosi favorisce ed agevola tutti i processi naturali di trasformazione, di evoluzione e di crescita della coscienza di Sé. Consente il recupero consapevole di memorie ed emozioni legate ad esperienze che hanno avuto dimora durante la linea temporale dell'esistenza. La rielaborazione e la integrazione progressiva e costruttiva connessa all'affiormento dei ricordi è il reale significato delle consapevolezze per dare un senso positivo alla tua vita attuale e determinarne un reale miglioramento del rapporto con te stesso e con gli altri.
Con uno o più trattamenti di induzione ipnotica possono essere migliorati alcuni aspetti della vita quotidiana ma possono anche essere raggiunti traguardi più elevati
- La risoluzione o comunque la diminuzione di conflitti, paure, errori ripetitivi, abitudini, scelte sbagliate, ecc...
- La consapevolezza del perché dei tratti peculiari della tua personalità, le inclinazioni, le preferenze, gli interessi le relazioni, ecc...
- La conoscenza necessaria per favorire il raggiungimento della completezza e dell’individuazione del Sé.
- La riscoperta dell’anima gemella e degli amori del passato
- L’apprendimento delle lezioni dell’amore e della compassione
- La possibilità di ricevere messaggi spirituali dai propri cari in altre dimensioni
- La percezione di sentirti un essere immortale ed eterno che ha vissuto prima e che vivrà ancora di nuovo.

 

Tipi di Ipnosi

Ipnosi Liberatoria

Ipnosi Spirituale

Ipnosi Per Dipendenze (Fumo, alcool)

Ipnosi regressiva (B. Weiss)

Ipnosi Non Verbale

Ipnosi Meditativa

Stimolazione Polivagale

EMDR ( Eye Movement Desensitization and Reprocessing)

Corsi seminari e Formazione


Domande ricorrenti

Intervista a Brian Waiss

Spiegazione sulla regressione

Benefici della induzione Olografica

 

 

 

condividi questo contenuto: