Chakra

Chakra e' una parola Sanscrita il cui significato e' ruota o disco e indica uno dei sette centri di base di energia nel corpo umano. Ciascuno di questi centri e' connesso, a livello di energie sottili, ai gangli principali dei nervi che si ramificano dalla colonna vertebrale (ma non si identifica con essi). In più i chakra sono correlati ai livelli della coscienza, agli elementi archetipici, alle fasi inerenti lo sviluppo della vita, ai colori, suoni, alle funzioni del corpo e a molto, molto altro.
La dottrina orientale che ne ha diffuso la conoscenza nel mondo occidentale considera i Chakra come aperture, porte di accesso all’essenza del corpo umano. I CHAKRA PRINCIPALI SONO SETTE (ma ce ne sono molti altri secondari, circa un centinaio, che "idealmente" corrispondono coi punti meridiani dell'agopuntura). Nella filosofia occidentale attuale i chakra alcune volte vengono identificati con il nome di Centri di Forza o Sensi Spirituali. In sostanza i chakra sono considerati centri simbolici del corpo umano. All’interno di questo sistema simbolico si manifesterebbe un’energia definita in vari modi. Possiamo venire a conoscenza di tale energia attraverso i vari sistemi yoga o nelle diverse tradizioni induiste, buddhiste.
In ogni caso in molte tradizioni i chakra vengono associate ad una sorta di valvole energetiche. Se avviene uno squilibrio a livello di un chakra allora si determinerebbe uno squilibrio di energia nei determinati organi ad esso associato. Nelle moderne terapie naturali alternative poggiano sul concetto dei chakra come la Cristalloterapia ed il Reiki, insieme alla Riflessologia e l’Aromaterapia anche se con metodi diversi.
In effetti possiamo constatare che i 7 chakra corrispondono proprio alle sette ghiandole di secrezione interna al sistema endocrino e hanno la funzione di stimolare la produzione di ormoni all’interno della ghiandola.
I chakra vengono associati al fiore del Loto. Questo accade poiché anche se esso nasce in acque stagnanti, dà origine ad un fiore candido e di grande bellezza. Grazie a questa sua caratteristica è considerato un emblema di purezza; nonostante nasca nel fango non ha nulla di esso. Ogni “loto”, si caratterizza per avere un numero specifico di petali, un particolare “Yantra” o forma geometrica, un mantra è associato ad un elemento, ad un senso e ad un colore. Non solo gli esseri umani ma anche la gran parte degli animali ed alcune piante avrebbero sette chakra principali.

Sahasrara Chakra o Centro CoronaleSettimo chakra Il Centro Coronale è il chakra più importante di tutti. Possiede 1000 petali ed è conosciuto con il nome di Sahasrara. È collocato nell’area limbica del cervello. Tutto ciò esprime la concretizzazione dell’Unione con il Potere Divino. È la libertà assoluta, la gioia dello Spirito e la serenità. Nel suo punto cardine, il loto più piccolo a dodici petali in cui è inscritto il triangolo chiamato Kamakala, che simbolicamente raffigura la Forza Cosmica. Il chakra della corona trova posto nella ghiandola pineale, ed è costituita da un unico polo. Il suo colore è viola ed è orientato in senso verticale. È il chakra che gestisce il contatto con la Conoscenza Divina.

Ajna Chakra o Centro Frontale, sesto Chakra Questo pc4unto è meglio conosciuto come il “Terzo Occhio” quindi gerarchicamente il più importante. Questo centro sottile dai 2 petali è l’Agnya chakra che si situa al centro della fronte. Nel corpo fisico è rappresentato dall’incrocio dei 2 nervi ottici nel nostro cervello. Questo centro sovrintende al funzionamento di 2 ghiandole: quella pituitaria e quella pineale. Entrambe si manifestano all’interno del nostro corpo come il nostro ego e superego. Inoltre governando il funzionamento dei nostri occhi, un loro eccessivo uso può rovinare questo chakra, così come i pensieri negativi. Il suo colore è l’indaco, è bipolare ed è orientato orizzontalmente e presiede la visione interiore o delle facoltà extrasensoriali.

Vishudda Chakra o Centro della Golaquinto Chakra

Questo centro dai 16 petali prende il nome di Vishuddi. Esso è posto al livello della nuca, nel plesso cervicale. Questo centro sottile è responsabile del funzionamento del collo, della nuca, del naso, della bocca, della lingua, dei denti, delle orecchie, della pelle, del viso e delle braccia. Questi elementi corporei ci permettono di comunicare con gli altri ed è situato nella tiroide. Le qualità che rileviamo in questo chakra sono il rispetto di sé, l’amore verso l’umanità e rapporti non possessivi verso la nostra famiglia e gli amici. Questo chakra è stato creato per esprimere la gioia dello Spirito. Il simbolo geometrico che lo rappresenta è il triangolo equilatero dove è inscritto un cerchio, emblema dell'elemento Etere; è di colore blu, è bipolare ed è orientato orizzontalmente.

Anahata Chakra o del Centro del Pettoquarto Chakra. Questo centro dai 12 petali si chiama Anahata ed è posizionato nella regione cardiaca, nell’asse del midollo spinale. Qui fino all’età di 12 anni, vengono prodotti gli anticorpi che ci proteggono dagli attacchi esterni al nostro corpo e ala nostra psiche, dalle malattie e altri agenti nocivi. Tutti i chakra dipendono da lui poiché il cuore è considerato il punto centrale della creazione. Inoltre è la sede dello Spirito e la fonte della forza onnipotente. Se il chakra del cuore è forte avremo una personalità sana e dinamica, colma di amore e compassione. Questo Chakra ha come simbolo geometrico il doppio triangolo incrociato.

Manipura Chakra o del Plesso SolareTerzo Chakra

Questo centro chiamato Nabhi (ombelico) è composto da 10 petali e si trova nella regione corrispondente al plesso solare. È il fulcro del benessere individuale e collettivo. In virtù della forza creativa del suo Swadisthan, l’uomo genera dei mezzi in grado di controllare le risorse naturali a proprio favore diventando ricco e prospero. In relazione a questo tale centro è responsabile del benessere e dell’evoluzione del genere umano. Il denaro è considerato importante per soddisfare i desideri e bisogni primari, purché non diventi una priorità. Da un punto di vista fisico, questo centro si occupa degli organi corrispondenti alla zona plesso solare come l’intestino, lo stomaco, il fegato e la vescicola biliare. Il suo simbolo geometrico è il triangolo equilatero, corrispondente all'elemento Fuoco. Il suo colore è il giallo, è bipolare ed è orientato orizzontalmente. Questo chacra rappresenta la forza di volontà, l'efficienza e il carisma.

Svadhisthana Chakra o Centro Sacrale, Secondo Chakra Questo centro sottile costituito da 6 petali ed è il solo chakra ad essere mobile. Situato sotto il ventre al livello del plesso aortico in corrispondenza della base del canale destro e governa le nostre azioni fisiche e mentali. Questo chakra da all’individuo il potere della creatività e gli fornisce il senso dell’estetica. Questo chakra gli consente di arrivare alla pura conoscenza, la conoscenza del Sé. Il suo simbolo è la falce di luna racchiusa in un cerchio, che rappresenta l’Acqua; i petali del loto sono sei; è di colore arancio, bipolare e orientato in senso orizzontale.

Il Muladhara o Chakra della Radice Primo Chakra

Questo centro composto da  4 petali è situato sotto l’osso Sacro. Questo chakra è l’unico che non fa parte della colonna vertebrale e corrisponde fisicamente al plesso pelvico. Si occupa degli organi genitali e in generale delle attività sessuali. La castità è essenziale per accrescere questo chakra ma la sessualità non dovrebbe essere repressa essendo un desiderio naturale. La vera saggezza si trova nel vincolo matrimoniale dove si manifesta l’impegno collettivo all’interno della società offrendo un sistema di sicurezza per un corretto sviluppo dei bambini. Il suo simbolo geometrico è il triangolo con un vertice in basso racchiuso in un quadrato, emblemi il primo dell'organo sessuale femminile e il secondo dell'elemento. È di colore rosso ed ha soltanto una metà o polo.

Lascia un commento